lifeblood

Questo lavoro si muove sul confine tra la vita e la morte. Traccia il passaggio sottile che è vivo, che è ricordo, un’immagine, da oggi diventa ieri. L’umanità è una linfa vitale, in questo ciclo di nascita vita e trasformazione ci siamo anche tutti noi che invece ci dimentichiamo, viviamo nel conflitto, facciamo guerre e interrompiamo il percorso della linfa causando sofferenza inutile. Siamo linfa vitale del pianeta terra. Il progetto che si compone di un’installazione molto articolata (di cui la galleria che segue è soltanto una parte), è un promemoria all’umanità, una call to action per prendere coscienza di quello che potremmo essere se ci sentissimo parte davvero dell’umanità che è la specie più evoluta del pianeta, l’unica che vive in guerra e uccide se stessa, il suo stesso futuro.